Tavà

Tavà è sicuramente oggi, insieme al drago Cotoletta, il burattino più conosciuto e più amato dai bambini e dalle famiglie
di Como e provincia. Il burattino Tavà nasce da un personaggio (Ul Tavà) che il poeta e pittore comasco Piero Collina inventò, disegnandolo e raccontandolo in un libro edito verso la fine degli anni 60, dopo essersi ispirato ad un uomo realmente esistito di nome Carlo Mazzola. Un uomo che nel dopoguerra, a Como e provincia, era famoso per il suo stile di vita scanzonato, per la sua gioviale parlantina, per le battute ironiche e sagaci con le quali rallegrava i cittadini e i turisti che incontrava. Dario Tognocchi e Paola Rovelli, verso l'inizio degli anni 80, si imbatterono nel libro del Collina e quindi nel personaggio di Tavà, così abilmente pennellato, decidendo di ispirarsi a lui per dar vita ad un burattino di legno per il loro teatro di fantocci. Un burattino che sarebbe dovuto diventare la maschera di Como, riconosciuta e amata da grandi e bambini.

Fu così che a partire dal 1985, la compagnia Teatro dei Burattini di Como cominciò a far recitare nella baracca, come protagonista di ogni avventura, il burattino Tavà: viso scarno ed espressivo, occhi ridenti, bocca ciarlona e aperta in un grande sorriso, naso un poco arrossato e furbo, giacca da marinaio blu con bordi rosso vivo, cappello da navigazione lacustre blu con bordi rossi e con al centro una piccola àncora d'oro. Un carattere ormai maturo: pervaso di saggezza popolare, altruista e generoso, ironico e scanzonato. Un essere spiritoso e finto ignorante, che parla spesso in rima. Le sue battute sempre pronte e salaci; ciò al fine di sconfiggere i potenti e i prepotenti.

Oggi Tavà, dopo 25 anni di carriera nel teatro dei burattini, dopo aver recitato in Italia e in Europa è giunto ad un grande traguardo: essere riconosciuto, nell'immaginario collettivo, come una maschera vera e antica.

Anche se con la testa di legno, egli è per i bambini un eroe senza tempo; immortale ed invincibile, giusto e giustiziere.

Tavà, da quando è nato, è sempre al fianco dei piccoli per insegnare loro i segreti per comprendere e amare il creato:  un essere  magico che con il sorriso sa raddrizzare i torti del mondo.