Piccolo Giallo e Piccolo Blu

(spettacolo con personaggi animati) Sotto questo titolo si rappresenta in verità uno spettacolo ricco e articolato, che ha come centro la storia di cui alleghiamo la trama, accompagnata dalla musica (a volte questo spettacolo lo troviamo intitolato anche PUPAZZETTI, ma solo nei teatri, nei quali si esegue con pianoforte dal vivo, come nel caso del suo debutto lunedì 12 aprile al Teatro Sociale di Como dove è stato accompagnato dalle pianiste Alessandra Gelfini ed Elena Strati) e ha come contorno, una sarabanda divertente e coinvolgente di numeri recitati con burattini, pupazzi e marionette. Si tratta di una specie di viaggio alla scoperta dei tutte le famiglie del teatro di figura, del loro modo originale di divertire, affascinare e stupire. Insomma il pubblico di ogni età trascorrerà un’ora davvero piacevole imparando cosa si può fare con la magia delle mani. Come fulcro centrale della rappresentazione c’è la storia di Piccolo Giallo e Piccolo Blu, ispirata alla famosa fiaba che porta lo stesso titolo. L’ avventurosa giornata di due simpatici “Piccoli” dalla pelle colorata Si tratta di uno spettacolo molto particolare realizzato con un grande libro teatro nel quale prendono vita personaggi colorati, simpatici e imprevedibili. Sono i personaggi di una bellissima storia, piena di poesia e di emozioni. Questo racconto ha origine da una fiaba che il pittore Paul Klee, raccontava al figlio Felix, agli inizi del 900, durante la lunga malattia del bambino. Piccolo giallo e piccolo blu sono due macchie, abitanti del mondo delle macchie colorate…Conducono una vita davvero meravigliosa che scena dopo scena prende corpo a tal punto da farci credere che quei due siano nostri amici da sempre. Una fiaba bella ricca di significato, colma di sentimento e che si dipana appassionando i bambini, tra avventurose situazioni e divertenti accadimenti. Delicatamente, con sensibilità e tanta ironia, in questo spettacolo sono trattati temi di grande attualità: la famiglia, l’amicizia, il colore della pelle. Per rendere ancora più bella e ricca la rappresentazione e soprattutto per non mancare al dovere dio presentare anche i burattini tradizionali, lo spettacolo “Piccolo Giallo e Piccolo Blu” viene presentato con un prologo recitato proprio con i burattini di legno. Si tratta di due piccole farse che fanno quasi da preludio alla storia che seguirà e che aprono ai bambini l’universo appassionante dell’antica arte delle teste di legno. L’insieme delle tre recite, armoniosamente correlate, offre ai bambini una idea della diversità dei linguaggi che compongono il mondo dei burattini, delle marionette e dei pupazzi. Divertimento e sogno garantiti.