Armonie di Pietra

LE ORIGINI DELLA MUSICA E DELL'UOMO

È un laboratorio, ispirato allo spettacolo omonimo, che si sviluppa nell’atmosfera della preistoria, di cui evoca suggestioni, magie, scenari, sonorità.
Un pretesto di immaginazione e fantasia per un percorso creativo e manipolativo entro cui rivivere quella interazione Uomo-Natura che costituisce il messaggio universale emergente dalle testimonianze dell’Homo Sapiens, come dalle culture dei Popoli tuttora allo stato di Natura.
La riscoperta di questa antica saggezza, intende restituire senso e dignità alle culture e alle visioni del mondo dei popoli di Natura,del passato come del presente.
Gli strumenti musicali che conosceremo e a cui ci ispireremo per le nostre realizzazioni provengono da etnie di tutto il mondo (Indios, Africani, Europei,
Aborigeni australiani) e sono usati rispecchiando le tecniche e i contesti originari.
L’azione spettacolo che realizzeremo come momento finale del laboratorio si caratterizzerà per una vivace interazione tra attori e pubblico, tanto che la fine della storia sarà protagonista l’intera platea. Lo spettacolo finale si potrà rappresentare anche all’aperto: un bosco, sulla riva di un ruscello …

LA STORIA
“In un villaggio del neolitico, la siccità rende inutili gli sforzi per coltivare i campi.
Le nuvole nere che avanzano all’orizzonte portano soltanto vento e corvi. Il capo del villaggio interpella allora il vecchio sciamano cieco, che spiega quale sia la causa della carestia: la tribù ha dimenticato gli antichi costumi e ha sperperato le risorse della Natura. Per riportare la pioggia e la prosperità occorrerà catturare la voce degli Spiriti della Natura. Soltanto un ragazzo, Kuneè, ne conosce il segreto…”

I PERSONAGGI
Kunì, il capo del villaggio.
Tires, lo sciamano cieco, che vive in una caverna sulla montagna.
Kuneè, figlio di Kunì, a cui Tires insegna il segreto della voce degli Spiriti della Natura che salveranno il suo popolo.
Gli spiriti della natura.

GLI STRUMENTI MUSICALI
Strumenti musicali e oggetti sonori provenienti da popoli di tutti i continenti: flauti in osso, trombe-conchiglia, corni animali, semi, gong in pietra, xilofoni a gamba, tamburi, bastoni della pioggia...
Nella animazione conclusiva, agli spettatori vengono forniti materiali sonori naturali: tronchi, sassi, semi, canne, conchiglie, corni, da manipolare con elementari tecniche esecutive.